Esempi di Meditazione

Di seguito vi presenteremo tre semplici ESEMPI di meditazione, che potrete sperimentare anche se non siete dei grandi esperti di meditazione.

 

Fase iniziale di preparazione (valida per tutte e 3 le meditazioni)

Seduti sulla sedia o in una postura comoda di meditazione (ad esempio con le gambe incrociate) con la schiena dritta ma non rigida. Si rilassa il corpo e si realizzano 2-3 respiri più profondi e lenti, concentrandosi a percepire come attraverso ogni espiro liberiamo tensioni e preoccupazioni, mentre attraverso ogni inspiro ci carichiamo di energia benefica, di pace e serenità.

 

Meditazione a partire dal respiro

Ci si concentra sul nostro respiro, che facciamo fluire naturalmente, senza cercare di modificarlo. La mente si unisce con il respiro, e noi diventiamo il respiro stesso. Siamo allo stesso tempo il movimento respiratorio, l’aria che entra ed esce, e l’energia che attraverso il respiro entra nel nostro corpo. La mente unita al respiro si calma sempre di più, portandoci ad uno stato di coscienza più elevato. Quindi ci apriamo interiormente per lasciare che sia l’intero Universo a respirare tramite noi e rimaniamo silenziosamente in meditazione.

 

Meditazione a partire da un’idea forza

Si sceglie un’idea forza che ci possa aiutare ad amplificare una qualità importante o uno stato di coscienza. Per esempio: “Sono in armonia con me stesso e con gli altri” oppure “Sento sempre più amore nel mio cuore”

Ci si concentra sull’idea forza scelta, ripetendola interiormente più volte ed evocando con fiducia i sentimenti, le qualità e gli stati interiori corrispondenti. Si rimane poi in meditazione per assimilare e cristallizzare l’energia specifica all’idea forza scelta.

 

Meditazione sul cuore

Ci si concentra sulla zona del cuore, ascoltando i battiti del cuore e ringraziandolo per la sua incessante attività. Si immagina poi di entrare nel cuore per cercare il luogo più sacro dell’essere, il tempio interiore della nostra essenza spirituale, il nostro Sé. Si rimane in ascolto silenzioso e reverenziale della voce saggia del nostro Sé; quindi ci si stabilizza nella meditazione, che ci porta nella dimensione trascendentale del nostro essere.