I 7 Chakra

I saggi dell’oriente, sulla base della loro esperienza personale con la sperimentazione dei più profondi livelli di coscienza, dividevano l’essere umano e l’universo in 7 livelli (o ottave) di vibrazione, corrispondenti ai 7 chakra. Questi livelli  esprimono esattamente le diverse qualità della coscienza.

Letteralmente in Sanscrito chakra sigifica ruota. I maestri chiaroveggenti descrivono i chakra come formazioni di energia, simili alla figura riportata in alto, a destra.

A causa della loro forma, nelle antiche scritture, ci si riferisce spesso ai chakra  come a dei “fiori di loto” (padma) ed ai raggi come “petali”.

Siccome esistono, nell’essere umano come nell’universo, 7 livelli primari di vibrazione, ci sono anche 7 differenti antenne – una per ogni livello.

Ognuna di esse ha la propria radice in Sushumna nadi (nella colonna vertebrale) e un’apertura sulla superficie del corpo in un punto preciso.

In ordine, i chakra dal più basso al più alto sono i seguenti:

1. MULADHARA CHAKRA nella parte più bassa della colonna vertebrale, nell’area pelvica, tra l’ano ed il sesso. Dà la sintonia con le energie della terra. Coordina tutte le interazioni di tipo meccanico nell’universo (esempio: la gravità). Nell’essere umano è la fonte della vitalità, la batteria dell’essere. Gli antichi testi yogici affermano che a questo livello troviamo la misteriosa energia Kundalini – il potenziale per la fusione cosmica.

Organo di senso – il naso. Il senso governato – l’olfatto

 

2. SWADISTHANA CHAKRA a circa 2 cm sopra la radice del pene per gli uomini e il clitoride per le donne. Dà sintonia con le energie dell’acqua. Corrisponde alle influenze della Luna e alle forze magnetiche, carismatiche. Nell’essere umano coordina gli istinti (fame, sete, l’istinto sessuale, il dormire…); dona sensibilità e carisma a livello sociale.

Organo di senso – la lingua . Il senso governato – il gusto

 

3. MANIPURA CHAKRA a 2 centimetri sotto l’ombelico. Sintonizza con le energie del fuoco. Corrisponde alle influenze del Sole e all’elettricità. Nell’essere umano coordina la forza di volontà, il dinamismo, il corraggio, l’espansione; conosciuto come hara nelle tradizioni del Estremo Oriente. Organo di senso – gli occhi. Il senso governato – la vista

 

4. ANAHATA CHAKRA centralmente, in mezzo al torace. Sintonizza con l’energia dell’aria. Corrisponde alle energie sottili della nostra galassia. Nell’essere umano dona amore, affetto, generosità.

Organo di senso – la pelle. Il senso governato – il tatto

 

5. VISHUDDHA CHAKRA sopra l’incavo del collo. Sintonizza con l’etere. Corrisponde all’energia di base dell’Universo. Troviamo qui anche l’energia dello spazio-tempo. Nell’essere umano dona raffinamento estetico, creatività superiore, intuizione spirituale.

Organo di senso – le orecchie. Il senso governato – l’udito

 

6. AJNA CHAKRA nel centro della fronte. Sintonizza con le energie mentali e corrisponde alla Mente Universale (Macrocosmica). A livello dell’essere umano dona profondi poteri mentali e interiori, intelligenza creatrice, capacità telepatiche, chiaroveggenza. E’ un centro di comando.

 

7. SAHASRARA sulla cima della testa, sopra al corpo fisico. Non è considerato un chakra propriamente detto, ma un centro autonomo, che sintetizza tutti gli altri. E’ il Centro della Coscienza suprema, dove avviene la riunificazione di tutti i contrari, dove si effettua l’atto di trascendenza dell’illusione, l’apertura spirituale verso la forza creatrice dell’Universo, verso Dio.

Nel sistema energetico umano, i centri sottili di forza (CHAKRA) funzionano come dei ricettori, trasformatori e distributori di energia sulle diverse frequenze di vibrazione. Di conseguenza, è attraverso i centri di forza che l’essere umano realizza un’interazione e uno scambio permanente con le forze che si manifestano nell’ Universo.